ULTIME NOTIZIE

22 maggio 2015

Il futuro della Rete Italiana ed il ruolo degli Internet Provider: il convegno annuale AIIP

Nel giugno del 1995 nasce AIIP, la prima associazione di operatori Internet, che oggi conta 50 aziende iscritte, 3000 addetti, un fatturato di circa 900 milioni di Euro (diretto e indotto) ed investimenti per oltre 150 milioni di Euro annui.

Il 2 Aprile a Roma, nel Tempio di Adriano, AIIP ha organizzato il suo convegno annuale, incentrato sul futuro della rete italiana e il ruolo degli Internet provider. 

Tra gli sponsor della giornata, che hanno presentato gli scenari tecnologici offerti attualmente, è intervenuta anche la società Israeliana RAD, di cui CIE Telematica è rivenditore ufficiale in Italia.

Marco Albasio, Strategic Account Manager in Europa, ha illustrato alla platea i servizi e le soluzioni di accesso di RAD per gli Internet providers, certificati MEF CE2.0, e i prodotti selezionati a tale scopo.

Trai partecipanti al convegno, Franco Bassanini, Presidente Astrid, Alessio Beltrame, Capo della segreteria del Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, Raffaele Tiscar, Vice Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, On. Renato Soru, Fondatore di Tiscali, Alessandra Poggiani, Direttore Generale per l’Agenzia dell’Italia Digitale, Rita Forsi, Direttore ISCOM, Stefano Quintarelli, Intergruppo parlamentale per l’innovazione tecnologica, Antonio Nicita, Commissario Dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Moreno Grassi, Direttore Generale di Metroweb, Salvatore Lombardo, Amministratore Delegato di Infratel e Walter Felice Ibba, Vice Presidente National Wholesale Service Head of Marketing di Telecom Italia.

Inoltre hanno partecipato alla discussione i professori Fabrizio D’Ascenzo e Francesco Bellini dell’Università La Sapienza di Roma, presentando la ricerca “ Stato di salute degli Internet Provider”, che ha evidenziato come:

  • I provider minori presentano una crescita del fatturato e in alcuni casi, una redditività maggiore rispetto ai grandi operatori;
  • Gli investimenti sostenuti da operatori di medie dimensioni sono continuativi e significativi;
  • I provider molto piccoli sono caratterizzati da scarsa continuità e stabilità, e dalla difficoltà di accesso al credito;
  • Si conferma la notevole vitalità dei provider specializzati.

Il governo si è impegnato ad investire fino a 6 miliardi sulle nuove reti a banda ultra larga, con fondi europei e nazionali, per poter raggiungere gli obiettivi dettati dall’Agenda digitale europea al 2020: internet a 30 Mbps per il 100% della popolazione e almeno 50% della popolazione effettivamente abbonata a servizi Internet a 100Mbps.

Ciò che si evince dai contenuti sviluppati nel corso della conferenza è che AIIP si augura che il piano del Governo sulla banda ultra larga porti ad impieghi di risorse reali e decisioni concrete, facendo si che il nostro Paese disponga  di una rete in grado di abilitare la più ampia gamma di servizi innovativi, attraverso un corretto mix di tecnologie. L’obiettivo è quello di colmare il divario rispetto ai Paesi più avanzati in questo ambito, e AIIP sostiene che la soluzione FTTH (Fiber To The Home) sia la prospettiva futura a cui tendere, affiancata ad attività di FTTC (Fiber To The Cabinet) e FWA (Fixed Wireless Access) per garantire alti livelli di prestazioni anche nelle aree più remote.

CIE TELEMATICA S.r.l.

20900 Monza
via della Giardina, 15
Telefono: +39 03927119.1
Fax: +39 03927119399
Partita IVA: 02384280968

linkedin - CIE TELEMATICA

Copyright © CIE TELEMATICA S.r.l. 1994 - 2017